Come Coltivare lo Spatifillo

Se stai cercando un’idea originale per abbellire la tua casa, allora questa è la guida che fa al caso tuo. In pochi semplici passi riuscirai ad imparare a coltivare una bellissima pianta floreale, che porterà nella tua casa un tocco di vitalità ed originalità.

Lo spatifillo è una pianta molto diffusa, originaria dell’America tropicale, che si sviluppa a partire da un rizoma corto. E’ caratterizzata da foglie dal lungo peduncolo, di forma ellittica piuttosto affusolata e dal colore verde brillante. Le inflorescenze si sviluppano in estate, costituite da uno spadice sottile, piuttosto corto e di colore bianco crema o verdastro, contornato da una larga spata affilata, prima bianca e poi verde.

spatifillo

Dovrai sistemare la tua pianta in una posizione dove vi sia tanta luce un poco filtrata, lontano dalla vista diretta del sole. Questo tipo di pianta si adatta anche a una luminosità debole. La normale temperatura presente nell’ambiente domestico viene generalmente sopportata dalla pianta, ma preferisce un ambiente più fresco in inverno sui 15 o 18 gradi.

Bagna moderatamente ma regolarmente, di meno in inverno quando la temperatura è più fresca. Se manca l’acqua il fogliame si affloscia mentre l’umidità stagnante è assolutamente deleteria. Dall’inizio della primavera e per tutta l’estate, aggiungi all’acqua delle annaffiature piccole dosi di fertilizzante. Se la pianta si trova in una stanza calda è indispensabile aumentare l’umidità dell’aria per consentire un corretto sviluppo, appoggia allora il vaso su un letto di ghiaia mantenuta sempre umida e fai frequenti vaporizzazioni di acqua dolce sull’intero fogliame.

Dovrai assicurare alla pianta un clima dolce, non troppo caldo e non troppo freddo e una buona umidità dell’aria, evita le correnti d’aria fredda e le annaffiature irregolari. Fino a quando la tua pianta sarà giovane puoi rinvasarla a primavera utilizzando un terreno leggero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *