Come Creare un Cristallo

In questa guida vi insegnerò come creare un cristallo fatto in casa. Fate molta attenzione perchè dovrete realizzarlo con materiali tossici. Il procedimento è molto semplice e con qualche accorgimento, in un paio di giorni avrete realizzato bellissimi cristalli! In questa guida utilizzeremo il Solfato di Rame che colorerà il cristallo di blu. Per ottenere cristalli di diverso colore dovrete naturalmente utilizzare altri materiali.

Per realizzare il vostro cristallo occorrono 100 g di Solfato di Rame, e 300 ml di acqua. Il Solfato di Rame lo potete tranquillamente acquistare in qualsiasi negozio di agricoltura. Misurate il Solfato di Rame su una bilancia da cucina nella quantità indicata con un comune cucchiaino. Dopo aver pesato il Solfato di Rame prendete un Becher e inseritene la quantità d’acqua indicata. Se non disponete di un becher potete anche usare una bacinella di ferro. Versiamo il Solfato di Rame nell’acqua e mettiamo la bacinella a cuocere su un fornelletto.

Lasciate la bacinella a fuoco lento per circa 30 minuti. E’ importante che il livello dell’acqua scenda. Mentre fate questo, girate l’acqua continuamente finchè tutte le particelle del Solfato di Rame non si saranno completamente sciolte nell’acqua. Dopo circa 30 minuti spegniamo il forneletto e lasciamo la bacinalla da parte per qualche giorno. E’ importante coprire il contenitore con un foglio di carta per evitare che la polvere possa entrare a contatto con la sostanza. Usiamo il foglio di carta perchè permette all’aria di passare.

Dopo qualche giorno prendete la bacinella e, facendo molta attenzione, versate il liquido in un lavandino. Vi consiglio di utilizzare un paio di guanti in lattice per tutta la durata dell’operazione poichè stiamo maneggiando del materiale tossico. Una volta scolata tutta l’acqua rimasta nel lavandino ci accorgeremo del miracolo! Infatti sul fondo del contenitore saranno rimasti i pezzi solidificati di cristallo! Non ci rimane che tirarli fuori e ammirarli in tutta la loro bellezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *