Come Allenarsi con il Vogatore

Allenarsi al vogatore, è una delle pratiche di palestra di maggior successo. Oltre a migliorare il tono muscolare, questo attrezzo consente di raggiungere livelli alti di lavoro aerobico, a ritmi regolati su percorsi preinseriti e, utilizzabili a piacimento.

Se sei un appassionato di canoa e kayak, e vuoi affinare la tua preparazione aerobica in palestra, devi scegliere il rematore come macchinario principale. Scegline uno che, ti permetta l’utilizzo con mappe diverse di sforzo. Questa macchina, non richiede un preriscaldamento, perchè le mappe prevedono già dai 5 ai 10 minuti a leggera intensità, circa 100 frequenze cardiache al minuto, per poi aumentare il livello di difficoltà. Esistono anche attrezzi per uso casalingo, relativamente a cui è possibile vedere questa guida sui migliori vogatori.

Importante è utilizzare correttamente il rematore in quanto ad esecuzione. Scelto un programma, di solito un fartlek che prevede fasi di vogata lineare, alternate a periodi di 2/3 minuti ad intensità maggiore di remata, quindi con il meccanismo “frenato”, ed un tiro alle braccia più pesante, puoi sederti ed avviare il lavoro.

Nel momento in cui il sediolino è dietro, devi avere le gambe tese e, le braccia piegate, gomiti in fuori e, il manubrio che funge da remo, all’altezza del mediastino, appena sotto allo sterno. La schiena, deve raggiungere un allineamento verticale, e le spalle devono aprirsi all’indietro, per aiutare la violenta espirazione. Mentre ti allunghi nella fase di rientro, con il remo che va verso la frizione della macchina, devi inspirare e piegare le gambe.

Se vuoi ottenere una buona vogata, senza creare danni a ginocchia e schiena, mantieni sempre l’azione in modo lineare e, bilancia il tiro con le braccia. Se ti accorgi di tirare il manubrio in modo più energico da una parte, fermati alcuni minuti, 2 almeno per il reset, e riprendi il lavoro correttamente. Tre allenamenti a settimana, ognuno diviso in due step di 30 minuti, e sarai in forma fisica ottimale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *