Come Coltivare nel Giardino Roccioso

Impiantare un giardino roccioso può essere una scelta obbligatoria laddove le caratteristiche del terreno non lasciano spazio ad altre soluzioni, oppure può essere una scelta, per così dire, di arredamento: la creazione di un angolo pietroso, a roccaglia, renderà più vario e movimentato il tuo giardino.

Cerca di dare alla composizione un aspetto il più possibile naturale: se le pietre già esistenti in giardino hanno un aspetto particolare dovuto a venatura, colori, linea di frattura ecc. sarà bene rispettare queste caratteristiche utilizzando pietre simili. Rispetta anche l’ ordine dato dalla natura alla sequenza delle dimensioni: disponi alla base le pietre più piccole, lascia le più grandi in alto e distanziale tra loro: in questo modo potrai inserire le piante negli spazi tra una pietra e l’ altra.

Molto importante è scegliere le specie più adatte e piantarle correttamente dal punto di vista estetico. La piantagione dovrà essere abbastanza fitta per evitare lo sviluppo delle erbe infestanti, però attenzione a non infittire troppo le piante, perchè le specie più rustiche potrebbero prevalere sulle altre.

Per ottenere un buon effetto estetico considera innanzitutto i colori, scegliendoli in funzione del risultato che ti prefiggi e non dimenticando che notevole importanza riveste anche la diversa epoca di fioritura delle piante scelte. Considera anche le linee di composizione, tenendo presente che alcuni tratti verticali rompono piacevolmente l’ uniformità degli sviluppi orizzontali.

Se la roccaglia si eleva su un prato, organizzala in maniera tale per cui la falciatura intorno alla base non venga ostacolata. Infine fai attenzione che le pietre non si sovrappongano mai: è necessario, infatti, che l’ acqua possa facilmete penetrare tra di esse per raggiungere le radici delle piante. Se invece una pietra sporge su di un’ altra, l’acqua scorrendo verso il basso, potrebbe creare una zona di eccessiva umidità o un accumulo di terra fine che danneggerebbe le piante sottostanti.

Se disposta bene, la pietra può proteggere i tuoi fiori del vento favorendo così le fioriture precosi. Può anche costituire una fonte d’ ombra per quelle piante che non sopportano un’eccessiva insolazione: sarà necessario posizionare la pietra in modo che proietti la sua ombra sulla piante soprattutto nelle ore calde del periodo estivo. Una pietra opportunamente disposta può allontanare parte dell’ acqua dalle radici della pianta proteggendo così da eccessiva umidità specie che potrebbero soffrirne.

Per quanto riguarda la tecnica d’impianto vi sono alcuni accorgimenti. Dopo il trapianto comprimi con le dita la terra intorno alla piantina, in modo che aderisca alle radici. Per evitare che le piante grasse marciscano forma un cuscinetto di sassi sotto il fogliame per proteggerle dall’ umidità del terreno; qualora le piante soffrano per un’eccessiva insolazione disponi, sotto il fogliame, uno stato di torba umida che le proteggerà dai raggi troppo violenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *